La beOn Foundation al Disability Pride Milano 2024

Si è da poco conclusa la terza edizione del Disability Pride Milano, a cui abbiamo preso parte come fondazione ETS, come persone con disabilità e come cittadini e cittadine sensibili alle tematiche cardine.

Quest’anno l’evento si è svolto in 3 giorni, tra sabato 15 e lunedì 17 giugno, durante i quali ci sono state occasioni di confronto, momenti conviviali e la famosa parata per le vie della città.

La prima giornata, sabato 15 giugno 2024, è stata dedicata alla plenaria generale del pride, all’organizzazione ed alle discussioni sugli argomenti che hanno fatto sorgere l’esigenza di un evento così rilevante. Presso la Biblioteca Chiesa Rossa, in via San Domenico Savio 3, hanno preso vita 3 tavoli tematici: 1. Abbatti le barriere architettoniche e sensoriali; 2. Caregiver, vita indipendente, emancipazione; 3. Disabilità invisibili e neuro divergenze. A prenderne parte sono state principalmente associazioni e fondazioni, che hanno messo sul piatto della bilancia i numerosi limiti e le difficoltà tangibili, nonché la necessità di rendere noti gli stessi all’esterno. Per fare ciò, è importante una continua organizzazione di eventi mirati e progetti volti a sensibilizzare la società, le aziende, le scuole e le famiglie che, non essendo coinvolte direttamente, ignorano ciò che le persone disabili affrontano nel quotidiano.

Domenica 16 giugno 2024 è stata la giornata del pride, la parata milanese che è partita da Piazza San Babila ed è arrivata al Disability Pride Village allestito a Piazza del Cannone, presso Parco Sempione. Persone con diverse disabilità, caregiver, associazioni, personale sanitario, amici, amiche e simpatizzanti hanno colorato le vie di Milano e fatto sentire la voce comune che chiede dignità e rispetto per chiunque. Durante il tragitto si è cercato di sottolineare la carenza di accessibilità di luoghi e mezzi pubblici e la presenza massiva di barriere architettoniche che rendono difficile lo svolgimento delle azioni più banali in città. Piano piano ci si sta muovendo nella giusta direzione, ma la strada è molto lunga ed è necessario l’impegno dell’intera comunità, che prima va sensibilizzata a riguardo.

La chiusura dell’evento si è svolta lunedì 17 giugno 2024 presso la Cascina Torchiera, sita in Piazzale Cimitero Maggiore 18. Una serata conviviale tra spettacoli, musica e cena, per condividere le impressioni della terza edizione del Disability Pride Milano. Tanti colori e tanta meraviglia tra i volti sorridenti dei partecipanti e delle partecipanti che, ancora una volta, hanno dimostrato che la diversità è bellezza.

I 3 giorni hanno visto la partecipazione di molti bambini e bambine, che sono il nostro futuro ed andrebbero tutelati. Proprio loro hanno fatto puntare il faro su delle grandi problematiche: il taglio dei fondi alle famiglie con persone disabili, l’assenza di sostegni (fisici, economici ed umani) e le enormi difficoltà di caregiver che spesso non hanno alcun aiuto per gestire situazioni molto difficili.

Ciò che è emerso dovrebbe far riflettere la cittadinanza, e portarla a comprendere che i diritti dovrebbero essere uguali per tutti e per tutte. Molte disabilità sono invisibili, ma questo non significa che non esistano: informarsi a riguardo è il primo passo per la risoluzione totale di tutti i problemi di accessibilità ed inclusione. Se una parte della comunità sta male, anche se si tratta di una minoranza, dovrebbe attivarsi l’intera comunità per fronteggiare il malessere e riportare l’equilibrio comune. E noi di beOn Foundation siamo fiduciosi in una quarta edizione più ricca di volti e colori, in una Milano più sensibile ed attenta alle esigenze delle persone con disabilità.

Un ringraziamento speciale a chi ha organizzato ed a chi ha condiviso con noi questa esperienza:

Disabili Pirata

Abbatti le barriere

Andrey Chaykin

Famiglie disabili lombardi

Per i diritti umani

Biblioteca chiesa rossa

Cerca
Ricevi le ultime novità

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sui progetti, le attività, le storie e gli eventi